Il sesso degli angeli e la fede degli extraterrestri

Malvino, che è uomo sottile, e quando si tratta di teologia sottilissimo, si stupisce in un suo post, oggi, per l’affermazione di padre José Gabriel Funes, direttore della Specola Vaticana, intervenuto nel cocente dibattito che, in questi giorni, anima i cenacoli dei cattolici tutti. Che dite? Se Giovannardi sia la prova che anche Dio può prendere una cantonata? No, via, non scherziamo: quello che verte sulla possibilità che gli extraterrestri, sempre che esistano, possano o debbano venire convertiti al cristianesimo.

Ora, a chiunque dotato di buon senso, o anche di senso comune, o anche di senso non tanto comune, diciamo a qualcuno dotato anche solo di scarsa pazienza, un simile arrovellarsi può sembrare assurdo; ma capirete bene che per gli adepti di una religione che han passato secoli a disquisire sul sesso degli angeli e la gerarchia dei loro cori, interrogarsi sulla possibilità di convertire o meno gli ipotetici marziani è almeno accettare di discutere su qualcosa che ha una pur blanda possibilità statistica, quindi non sbertucciamoli.

Malvino, però, che è uomo sottile, si stupisce per quello che il prelato ha detto. Perché padre Funes ha infatti affermato, tomo tomo, cacchio cacchio, che forse i marziani non avranno alcun bisogno di convertirsi, perché – si sa, basta vedere un qualsiasi telefilm di fantascienza per sapere che questi sono individui di razze superiori – magari sono rimasti in piena amicizia con il loro creatore. Cioè noi, per colpa di quel quaquaraquà di Adamo e quella zoccola della moglie sua, l’amicizia con Padreterno ce la siamo giocata manco due giorni dopo che ci avevano messo nel Paradiso terrestre, e loro, i marziani, no, perché possono pure essere verdognoli come un bandiera leghista, ma sono assai più scaltri di un padano qualsiasi. Non hanno mangiato la mela, né l’insalata, manco una ciliegia. E dunque nessun peccato e Dio che li ama come il primo giorno.

Malvino si stupisce, di questa ipotesi, perché, dice, di ipotesi si tratta: ipotesi peraltro difficile da sostenere, perché, se anche gli extraterrestri sono fatti a immagine e somiglianza nostra, hanno quindi la propensione naturale a peccare. Metti caso si siano persi per via di quest’ultima la naturale amicizia con Dio, pensa Malvino, che è sottile e caritatevole e quindi vuole prendere in considerazione tutte le varianti, se un domani ci arrivano dei marziani peccatori, noi ci lasciamo sorprendere senza preparazione e non siamo pronti con un turibolo ad accoglierli, per proporre loro una conversione hight speed? Oppure bisognerà presupporre, s’interroga Malvino, che il Padreterno ci abbia già pensato, e abbia inviato altri Gesù Cristi, in tutti i pianeti possibili, a convertire i nostri fratelli verdognoli, morendo per loro e facendoli cristiani? Ma se così fosse, Cristo non sarebbe più figlio Unigenito, chiosa Malvino, con buona pace di tutto il concilio di Nicea e di quei due o tremila anni di fede che ne sono seguiti. Sono interrogativi da far tremare i polsi ad ogni teologo, e Malvino, che è uomo sottile, se ne rende conto.

Ma Malvino è uomo troppo sottile, cui la pura e semplice verità della fede sfugge. Malvi’, non ti preoccupare: non ci sono altri Gesù Cristi, immolati su pianeti lontani. I teologi ufficiali ti diranno che non ce n’è alcun bisogno: se gli extraterrestri hanno peccato e perso l’innocenza, una volta arrivati in contatto con il Vaticano e conosciuto Ratzinger, si convertiranno spontaneamente, uno ad uno, perchè questo era, fin dall’inizio dei secoli, il piano di Dio per loro.

Già me la vedo la bella cerimonia a S.Pietro, il 24 dicembre, con una fila di marzianetti verdognoli che ricevono commossi il battesimo direttamente dal Pontefice.

E chissà Magdi Allam, al quel punto, come rosica.

10 Comments

  1. Pensa contenti i bambini. Nel caso si optasse per una marziana conversione di massa (e nel caso i marziani fossero così idioti da farsi convertire) i bambini sarebbero felicissimi di andare a dottrina insieme gli omini verdi.

    Mi piace

  2. è una questione che rat_singer risolverà certa mente, quella degli extra_terroristi, ma a lungo termine ché, in calendario, ci ha prima quella dei bonobo.
    ho detto, secondo me.

    Mi piace

  3. Dovranno creare delle ostie digeribili dagli apparati digerenti alieni… e se per caso gli alieni funzionano a fotosintesi? ;))

    Mi piace

  4. Il fatto è che la presenza di altre forme di vita intelligenti, magari con il loro Cristo personale, non sarebbe un così grosso colpo per la dottrina cattolica (i teologi troverebbero il modo di sfangarla).

    Più problematico (e anche relativamente più probabile) sarebbe giustificare il ritrovamento delle vestigia di una forma di vita primitiva, ed estinta, su Marte.

    Mi piace

  5. Ho da poco visto uno spettacolo al circo e al confronto delle funamboliche contorsioni di Padre Funes, gli artisti del circo sembrano poveri stupidi dilettanti….
    Grande post.. complimenti.

    Mi piace

  6. E se gli alieni venissero per convertire noi? Pensa che spettacolo se si trattasse di una razza espansionista mossa da un fanatismo religioso.
    Toccherebbe fare la prima crociata difensiva della storia. Benny16 non crederebbe a tanto culo. Be’, sempre che non venga seccato subito…

    P.S. Credo nelle fate; lo giuro, lo giuro!

    Mi piace

I commenti sono chiusi.