La realtà ha sempre i migliori sceneggiatori

In un pianeta destinato quasi certamente ad una apocalisse ecologica, una sedicenne affetta dalla sindrome di Asperger decide di iniziare una protesta democratica da sola, ed in breve tempo riesce a mobilitare milioni di persone che organizzano una manifestazione di protesta globale.

Nel frattempo, in Nuova Zelanda, una terra agli antipodi dell’Italia, un gruppo di terroristi fanatici della supremazia bianca attacca una moschea islamica ispirandosi ai veneziani Marcantonio Bragadin, Sebastiano Venier e inneggiando alle gesta del terrorista italiano Traini.

Intanto in Italia una fanciulla a suo tempo implicata nel giro di escort di cui faceva parte anche Ruby, viene assassinata con il veleno, si sospetta per evitare che potesse fare imbarazzanti dichiarazioni in inchieste ancora aperte.

Il tutto mentre l’Ucraina dichiara pericolosi e non graditi Al Bano e Toto Cutugno rei di essere considerati spalleggiatori di Putin.

Io se fossi uno sceneggiatore di Hollywood mi taglierei le vene. Per quanto uno lasci correre la fantasia, non te le lascerebbero mai passare delle trame così.

2 Comments

  1. E hai visto il nuovo film con Bisio, nei panni di un Presidente del Consiglio preso a caso per essere usato dai due vice? Ma dai, a chi può venire un’idea tanto bislacca? 🙂

    Mi piace

  2. se non fossero vere queste notizie ci sarebbe da chiedersi in quale mondo viviamo. Ma purtroppo sono vere e viviamo in un mondo malata. Sembra quasi che in assenza di guerre devastanti, le menti siano attaccate da un verme malefico che produce delle allucinazioni che alla fine scopriamo essere verità

    Mi piace

I commenti sono chiusi.