Ecchediamine!

Insomma, non ci si comporta così. Al Santo Padre, certi sgarbi, non si fanno, non è bello. Ma come? Times stila la classifica dei 100 uomini più influenti del mondo e non ci mette Ratzinger. E passi. Ma poi ci mette invece il Dalai Lama.

No, è proprio una cattiveria gratuita. Il povero Joseph se l’è presa a morte. Non se ne capacita. Soprattutto contando che, a parer suo, padre Georg è molto più carino di Richard Gere.

9 Comments

  1. Caro Galatea,
    anche tu oggi forse ti senti piu’ smarrito in un Paese in cui non ritrovi i tuoi affezionati punti di riferimento.
    Non ti preoccupare, alla lunga capirete che finalmente il Paese non aveva piu’ bisogno di una sinistra rimasta ancora legata in una sorta di trance spazio-temporale, all’epoca sessantottina.
    Maggiori delucidazioni le puoi trovare se ti colleghi al sito di K dove ti ho risposto o se ti capita per caso di leggere alcuni dei miei post, che spero mi onorerai di curiosare in futuro.
    Solo noi napoletani e campani, dobbiamo ancora vivere in una forma di regime post-moderno, messo in pratica dai neo-comunisti del xxi secolo.
    Ti saluto con simpatia,
    Angelo D’amore
    http://nonsolonapoli.blogspot.com

    Mi piace

  2. @angelmclove: Visto che le tue critiche sono così “puntuali” potresti anche informarti sul sesso delle persone con cui intendi parlare…

    Riguardo alla classifica… ho detto classifica? Ecco, appunto…

    Mi piace

  3. Chiedo scusa se non conoscevo il tuo sesso, anche se potremmo definire la cultura, l’informazione, la rappresentazione scritta e verbale qualcosa che supera i meri vincoli e limitazioni personali e va in un limbo di sopra-identificazione interpersonale.
    Scusami ancora, veramente non sapevo e in questo saro’ stato sicuramente superficiale ma, non volevo sicuramente sminuire il tuo esser donna, come forse a limite hai potuto per un attimo ipotozzare.
    Ti ho risposto nuovamente sul blog di K, pensando di stabilire con te non uno scontro dialettico ma bensi, un interscambio di opinione interessante per i lettori(i tuoi sicuramente maggiori nel numero-e non appiattiti presumo-)che seguono i nostri commenti e i nostri reciproci scambi dialettici.
    Sorrisi,
    Angel

    Mi piace

  4. Ho fatto persino fatica a leggere il commento, tendo solo a precisare che io sono maschio e non sono Galatea…
    (ah, e già che ci siamo, “Napoli e la Campania” sono due, quindi “saranno” 😛 )

    Mi piace

  5. Mi rivolgo al maschile e dici che sei femmina, al femminile e mi rispondi che sei maschio.
    Penso che la confusione che fai sul tuo sesso o il presunto gioco di scherzarci sopra non denoti una forte personalita’ del tuo essere.
    Non sono andato a vedere la tua scheda personale ma pur vedendola comunque dalla stessa non potrei avere nessuna certezza e nemmeno mi interessa saperlo.
    Penso che dato il basso livello in cui e’ scesa la conversazione, sia penso smettere di interloquire.
    Saluti da un terrone del sud, fiero di esserlo.

    Mi piace

  6. @->Angelmclove: tanto, per chiarire: io, che sono Galatea, sono una femmina (Controlla il nick: il mio è ilmondodigalatea e c’è pure la mia caricatura versione Betty Boop) e sono l’autrice del sito. L’altro, Mondo, è un utente del sito, presumo maschio. Non c’è alcuna confusione di sesso, nè gioco su questo: siamo semplicemente due persone diverse. 🙂

    Mi piace

  7. Cosa sta succedendo. Ti lascio donna la sera e ti ritrovo maschio il mattino. Poi ancora donna. Mi sa che c’è un po’ di confusione. Voglio accertarmi… passami Galatea… la parte femminile del sito. Io sopra non ci ho capito un H. Quei due, messi assieme, cercano di riscattare quello uno che pazziava nel blog precedente.
    ciao Mario DG

    Mi piace

  8. si rifara’ il guardaroba di prada per tirarsi un po su, magari con qualche drappo arancione, e in effetti si, padre georg e’ piu’ carino, si si.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.