I discendenti del signor de La Palisse

Meno male che d’estate c’è Libero Donna (arriva persino per mail, pensate che fortuna!). Premuroso, ci avvisa che in Italia sarebbe in aumento il numero delle donne sposate che fa il test di paternità per scoprire il vero padre di un bimbo in arrivo: scoprendo, una volta su cinque, che il padre del nascituro non è il marito, ma l’amante.

«Chi si rivolge al laboratorio per effettuare un test di paternità ha già un dubbio, perciò la probabilità che il test risulti negativo (il padre sperato non lo è in realtà) è più alta» spiega uno dei medici intervistati. Non ci è detto il nome di questo luminare del dna, ma certo il dottore deve essere un discendente (questo sì, e non serve il test di paternità a determinarlo) del signore de La Palisse: difficile, infatti, che si rivolga al laboratorio per il test una donna che non ha mai tradito il consorte.

1 Comment

  1. Tesoro, consentimi di dissentire.. anche io, al posto del malcapitato medico, mi sarei preoccupata di fare quella precisazione, tanto per sperare di non trovare il giorno dopo, sopra le mie parole, un bel titolo del tipo “Emergenza famiglia: un bambino su 5 è figlio dell’amante” (anche se, come hai scritto poco tempo fa, contro la stanchezza del caporedattore non c’è difesa 😉 )

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.