15 Comments

  1. Affetto da bullismo verbale, Brunetta trova la sua giusta e maliziosa collocazione ne “i corti di Galatea”. La cucciolata che scodinzolava sotto la mensa di Craxi e che comprendeva oltre al succitato anche il non meno grande Sacconi è diventata adulta abbaiando e azzannando. Mi viene in mente Reservoir Dogs (le iene), il grande film di Tarantino, non so perchè (ma invece lo so benissimo).

    "Mi piace"

  2. “Basta panzoni, solo maschioni”; “pistola e manganello e il mondo sarà più bello”.
    Brunetta con la Santanchè:lei, in pelle nera e scudiscio; lui, vestito solo di un pannolone che grida: – Frustami !- L’esorcista dichiara:- Ho provato a separare il socialista dal fascista, ma siamo di fronte ad un caso disperato!-
    Chiamata la polizia.

    "Mi piace"

  3. @Rogra.

    !!!!!!
    Santachè, Brunetta ed un prete nella stessa immagine?
    Atroce.

    @Galatea
    Curioso come l’altezza effettiva sia correlata all’altezza morale.

    "Mi piace"

  4. Mah.. se questo è un ministro!!
    Un ministro della difesa fa guerra all’Onu;
    Un altro ministro è fiero di essere stato CATTIVO contro gli immigrati (Io sarei più fiera di essere stata GIUSTA,nè cattiva, nè buona);
    Un importante esponente del Governo è fiero che ora a pagare sia finalmente solo il Sud;
    e ora.. Un ministro che dice che i poliziotti sono tutti panzoni.
    Ma dove viviamo??!! Io inizio ad essere seriamente spaventata,questo governo mi stupisce ogni giorno di più. Se invece di criticare i poliziotti il buon Brunetta si impegnasse a pagar loro gli straordinari e la benzina necessaria, invece di far sì che i cittadini italiani siano protetti dalle ronde (bah..) o dai militari ( che personalmente non credo servano a molto, almeno a confronto con poliziotti e carabinieri).. beh.. solo allora potrei capirlo.. Per ora non lo capisco.. anzi.. penso che le sue parole siano irrispettose nei confronti di chi, ogni giorno, salva nuove vite.
    Marta

    "Mi piace"

  5. Cosa mai fa dire la partigianeria da stadio anche alle persone intelligenti! dimmi che non dicevi sul serio…
    Brunetta fa un lavoro intellettuale (i giudizi se lo faccia bene o no qui non c’entrano); un poliziotto, a meno che non sappia di dover fare per sempre lavoro di ufficio, dovrebbe essere in condizioni psicofisiche perlomeno decenti.
    Potevi dire che non è vero che ci sono panzoni (non lo so, può darsi che brunetta conti balle, non sarebbe la prima volta); potevi dire che un panzone può tranquillamente fare il celerino (bah…); hai detto che brunetta è basso.
    Che livello…

    "Mi piace"

  6. Non dicevo sul serio? Caro Nomedelblog, ma ti rendo conto di quello che dice ‘sto ministretto? Che diamine vorrebbe dire “troppi panzoni in polizia?” Non, come intendi tu, che se uno non ha una linea invidiabile non può fare il poliziotto (e pazienza se per fare indagini ci vuole più che altro il cervello, tant’è che nell’immaginario collettivo Maigret e Nero Wolfe sono ottimi investigatori). No, il ministretto ha solo fatto una delle sue consuete battute offensive sugli statali, giocando sulla idea che chi è “panzone” è poco efficiente, e che la polizia, come tutti i posti di lavoro statale, è un luogo dove la gente si imbosca per non far nulla a spese dello stato. Lo straordinario livello intellettuale di Brunetta è questo. Tra l’altro, è l’unico a cui sa arrivare il ministro, e non per una questione di altezza. Allora, se uno è capace solo di fare battute sulla “panza” di chi lavora, offendendo a vanvera le persone sulla base di un loro presunto difetto o condizione fisica, ben si merita di ricevere il medesimo trattamento in cambio. Quindi, se i poliziotti “panzoni” possono essere presi in giro per la loro panza, allora Brunetta si merita di essere preso per il sedere per la sua nanettaggine. Peraltro, non sono molto più alta di lui, io: ma nel suo caso, purtroppo, la statura fisica è sempre maggiore di quella politica, ahimè.

    "Mi piace"

  7. Circa i giudizi sull’operato di Brunetta, in parte concordo (anche se non mi pare il peggiore della compagnia).

    Circa l’ “Allora, se uno è capace solo di fare battute sulla “panza” di chi lavora, offendendo a vanvera le persone sulla base di un loro presunto difetto o condizione fisica, ben si merita di ricevere il medesimo trattamento in cambio”, io al vedo diversamente, ma ti ringrazio per avermi chiarito il tuo pensiero.
    ciao

    "Mi piace"

  8. Cara Galatea,

    forse che Fabrizio De Andrè intendeva insultare i brevilinei quando sbeffeggiava amaramente quelli che – come quel giudice della sua canzone – hanno “il cuore troppo vicino al buco del culo”?

    Tutto dipende dal contesto.

    Lasciamo perdere il politically correct e le sue ipocrisie. Si offendono solo quelli che hanno la coda di paglia o che cercano pretesti per polemizzare.

    Dice il proverbio arabo: i cani abbaiano, la carovana passa.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.