Risposte corrette

Mi dispiace che non sia un mio alunno, perché mi verrebbe da premiare, come si premia chi ha capito tutto della vita, un geniale ragazzino che alla domanda aperta numero non so più cosa della prova Invalsi: «Che cosa significa questa frase?» ha scritto come risposta, semplicemente: «Boh.»

4 Comments

  1. un mio vicino di banco aveva così svolto un “tema anonimo” riguardo all’esistenza o inesistenza di Dio, dato dall’insegnante di religione , il primo giorno che si presentò in classe al posto del prete di prima. Che voleva anche essere un “boh” denso di significati per lui, non un presa per il culo, ma quello non l’ha fatto parlare. Io glielo avevo detto che la strategia migliore è nei secoli sempre stata dar ragione a chi ti deve valutare, ma non mi aveva ascoltato.

    "Mi piace"

  2. io una volta, quando dovevo dimostrare in non so che modo che due segmenti formavano effettivamente un angolo retto, ho scritto: “basta guardare”.

    Non mi ha contato il punteggio.

    "Mi piace"

  3. mi hai fatto venire in mente questo:

    A volte chiedersi troppi perché non ha senso, le soluzioni giuste possono anche essere quelle più ovvie;)
    ps: credo comunque che le prove invalsi verifichino una cultura frantumata e nozionistica (tutto il contrario di quanto si dovrebbe affermare nella scuola: approfondimento, collaborazione, progettazione, verifiche mirate e articolate), non ti permettono infatti di contestualizzare, chiarire e approfondire, non tengono conto delle varie e diverse intelligenze che possono esistere tra gli studenti. Li abbiamo importati dai paesi anglosassoni (che stanno cercando invece di liberarsene) e stanno diventando un motivo discriminante tra classi e insegnanti, insomma sono delle prove orrende perché costruite male, secondo il mio parere, da abolire.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.