Grottesco italiano

da Rainews24: “Gianfranco Fini è deciso a risolvere, a partire dalla ripresa dei lavori della Camera dopo le vacanze estive, l’annosa questione dei ‘pianisti’, quei parlamentari che votano per i loro colleghi. Il presidente della Camera, dopo il ripetersi di episodi di votazioni multiple in Aula durante la conversione del decreto su Alitalia e in seguito alle vibrate proteste di Di Pietro e dei radicali ha convocato l’Ufficio di presidenza di Montecitorio per studiare la soluzione più adatta. Se prima si pensava al metodo delle impronte digitali, ora è lo stesso presidente della Camera a proporre il metodo del voto con due mani, adottato dall’assemblea delle Nazioni unite, ma in campo c’è anche l’idea della Lega di una sorta di “cinture di sicurezza” per i parlamentari.”

Signori, adesso capitemi: come si fa a fare satira, quando queste notizie sono vere?????

7 Comments

  1. Dal secolo “breve” scivolando (precipitando?) nel secolo grottesco, con un destino comune europeo ancora una volta… i francesi, infatti, ci hanno anticipato. Nel paese vicino la satira si “rilassa”: qualche vignetta, ma soprattutto i filmati presi pari pari dalla realtà o dalle candide esternazioni della nostra Carla (tipo: “mio marito ha 5 cervelli”), senza dover aggiungere niente… le ridicolaggini di un potere che non si preoccupa affatto di coprirsi di ridicolo, tanto trattasi di una categoria incomprensibile ai più che li mandarono a governare….. Vedi lo spassosissimo blog “sarcostico” http://sarkostique.over-blog.com/

    Comunque anche Bush Junior non scherza da tempo, vedi i “bushismi” riportati da Internazionale…

    E chi potrebbe superare una gag tipo “…. pur essendo noi la patria di Enrico Fermi, creatore della possibilità di creare, dalla scomposizione delle cellule, l’energia nucleare, … oggi dobbiamo ripartire da zero”… http://www.youtube.com/watch?v=l8iFXd0bzz4

    Il nostro “votantonio” prima versione, in “game over” dalle elezioni di aprile (http://www.ginge.it/votantonio.htm) è stato antesignano della satira a mo’ di pescatore “pigro” (al quale i pesci saltano in braccio), e ora cerca di riprendersi su http://votantonioblog.splinder.com/ e http://gattomammone.splinder.com/, ma la satira biascica controvoglia, quando la pappa è già scodellata.

    Insomma, accettando la scomparsa di alcuni valori fondamentali (diritti individuali, collettivi e umani, ad es.), si diventa “insensibili” al senso del ridicolo, o meglio: incapaci di notarlo. Non resta che conservare le “perle” del potere auto-referenziale su teche internet per i posteri, gli unici ai quali è riservata una minima possibilità di comprendere le assurdità di questi giorni. Lì per lì possiamo ridere sulle gaffes o sulle boiate, ma poi ci rimaniamo male, perchè non ci furoro offerte per far ridere, ma per ricordarci che il tacco che ci spinge la faccia al suolo è del cafone e dei suoi accoliti.

    "Mi piace"

  2. Concordo ovviamente con Il Laicista: praticamente la satira se la fanno da soli (come le p.pp… insomma ci siamo spiagati, no?!).

    Oddio, il refuso “ci siamo SPIAGATI” mi è venuto così e così lo lascio!!

    "Mi piace"

  3. Dopo che la Lega ha proposto le “cinture di sicurezza” per evitare il malcostume dei “pianisti”, il PD chiede l’installazione di airbag contro potenziali scontri fisici nell’Emiciclo.

    Questa mattina Pier Ferdinando Casini è stato multato dai vigili romani per essere passato col rosso. Si è difeso affermando che la compagnia di Veltroni non deve più essere considerata di estrema sinistra, i pizzardoni non si sono lasciati intimorire dal segretario dell’UDC che condanna l’evento come un’intralcio alle larghe intese.

    Giuliano Ferrara abbandona definitivamente la politica dopo l’introduzione del superbollo sui SUV.

    "Mi piace"

  4. Già far parte di un’aula presieduta da Fini non è bello, se poi per votare bisogna addirittura usare due mani…quanta antipolitica (cit.)

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.