9 Comments

  1. E’ na figata. finalmente torniamo alle lotte con i gladiatori.

    ad un certo punto, mettono liberano i prigionieri in mezzo al campo e li fanno prendere a bengalate e calci dallo stadio e dai calciatori.

    un rito catarticop collettivo.
    non è magnifico?

    "Mi piace"

  2. ops….Sarco…
    E io che pensavo che i gladiatori del nostro millennio fossero tutti i partecipanti ai vari reality!

    😉

    Dici che per esser vere battaglie fra gladiatori…occorre veder scorrere sangue, invece che morbosi pettegolezzi?

    "Mi piace"

  3. Beh delle celle di contenimento sembra ci siano negli stadi inglesi, è un passaggio intermedio e molto breve dalla poltroncina numerata alla branda del carcere. Il problema non è tanto questo, è che si dovrebbe rendere più efficace il Dasp se esiste ancora. Chessò dopo un tot di infrazioni del Dasp scattano sanzioni amministrative e poi penali…

    "Mi piace"

  4. Gladiatori e Pinochet! Grandi commenti…mi hanno fatto sorridere per il sarcasmo (che io adoro.) Seriamente parlando, non ci sono celle negli stadi in Inghilterra. Non servono più dal momento in cui la Thatcher, dopo la tragedia dell’Heysel (Liverpool – Juventus), chiese all’UEFA di eliminare tutte, ripeto, tutte le squadre inglesi dalle coppe europee. Ora non servono più neanche le barriere e le famiglie inglesi possono tranquillamente andare allo stadio perché dall’ora non ci sono stati più problemi. Il ‘popolo’ è uguale in tutto il mondo. La differenza sta in chi comanda. (Ciao Galatea…come va? Ti vedo sempre in forma.)

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.