Il miglior presidente in 150 anni

cavour

Nonostante sia bruttarello, calvetto, non molto alto, e spesso abbia usato disinvoltamente belle dame per i suoi scopi politici, lo considero il miglior presidente del Consiglio in 150anni di storia italiana.

Però si chiama Cavour.

54 Comments

  1. Non sono d’accordo, più interessante è la figura di Giovanni Lanza che fu Presidente del Consiglio dal 1869 sino al 1873 insieme al Ministro del Tesoro Quintino Sella.
    Un esponente della Destra Storica interessante e da riscoprire, Cavour amava troppo gli intrighi e i metodi parlamentari sin troppo spregiudicati (per i suoi tempi).

    "Mi piace"

  2. Un altro Presidente del Consiglio del passato che mi viene in mente di alto spessore intellettuale ma che fu costretto a gestire il nostro paese in situazioni drammatiche fu Francesco Saverio Nitti.
    Nitti era un intellettuale che aveva un grande disegno politico sulla modernizzazione dello stato, sull’industrializzazione, sulle bonifiche delle campagne e così via.

    "Mi piace"

  3. Sui gusti nulla da eccepire.
    Però volevo segnalare due Presidenti del Consiglio del passato che sono stati grandi statisti, il poco conosciuto Giovanni Lanza e il meridionalista Nitti.
    Ricordiamoci di loro, non c’è stato solo Cavour in Italia.

    "Mi piace"

  4. Viva Cavour!
    In confronto al nano di presidenti del consiglio ne abbiamo avuti un sacco di migliori, in scala assoluta (nella mia ignoranza) ritengo Cavour uno dei più bravi.

    "Mi piace"

  5. Mio nonno definiva Camillo Benso “n’anemale pazze” (un poco di buono). Noi dell’ex Regno di Napoli abbiamo molti conti storici da regolare con quel personaggio, che non dovrebbe essere molto digeribile neanche per i Lombardi, i Veneti, i Toscani, eccetera. Non dimentichiamo che ha provocato, direttamente o indirettamente l’emigrazione, per fame, di metà della popolazione italiana.

    "Mi piace"

  6. Ma Lei è sicura, sig.ra Galatea (e sto parlando solo con Lei, e con nessuno dei suioi commentatori) che superiori ragioni di igiene non consiglierebbero di raschiare certi interventi gratuiti? C’è il rischio che si continui saltabeccando fino a Spadolini, tanto per il gusto di esibire.. quellu poco, naturalmente.

    Io sono contro la censura, davvero. A volte intervengono però superiori ragioni di igiene, è la dura legge della realtà e della storia. Mi scusi comunque per l’intromissione.

    "Mi piace"

  7. Comunque, sig.ra Galatea, cercheremo di ricordarci, al fine di rendere meno inutili certi inteventi, di almeno una ventina di altri grandi primi ministri. Altri rispetto al conte Benso, sia chiaro, non al cav.

    "Mi piace"

  8. La storia non è quasi mai rassicurante come si vorrebbe. Molti “grandi uomini del passato” non erano poi così grandi, a guardarli bene.
    Torniamo al presente. Si dice, in giro per il web, che Berlusconi non piace.
    Mi sembra molto strano, perché, se è diventato Presidente del Consiglio, deve essere per forza stato votato da un bel po’ di persone.
    Nessuno degli elettori di Berlusconi scrive sui blog?

    "Mi piace"

  9. A sentire la gloriosa izquierda gli elettori di Berlusconi, se non scopano, stanno a guardare i dvd (chiaramente taroccati) delle sue scopate: sì, quelli che presenterà ai giudici che, si spera, scopriranno il taroccaggio.
    Quanto ai grandi del passato, une fois qu’ils ont cassé leur pipe / les morts sont tous des braves types.

    "Mi piace"

  10. Se non avesse fatto una porcata assurda come la legge truffa nel 53, De Gasperi sarebbe passato alla storia come il migliore presidente del consiglio. Uno che ha fatto rinascere l’Italia nel dopoguerra con un sacco di inziative, proseguite poi, per esempio, da Fanfani. Uno che ha,indirettamente, dato inzio all’era del centrosinistra. Un vero democristiano. Il migliore di tutti i tempi.

    "Mi piace"

  11. fantastico…siamo alla psicosi…di piu’ non si poteva pretendere e pensare che di fianco a se ha fior fiore di comunicatori!

    "Mi piace"

  12. @ Red. Cac.
    … ragioni di igiene non consiglierebbero di raschiare certi interventi gratuiti?
    Non solo perché si chiama democrazia, ma soprattutto per non instaurare l’ “uso della paura” come Bush ha fatto per il terrorismo (“L’unica cosa di cui devi avere paura, è di non avere abbastanza paura.”).

    Nel senso che lo spazio per i commenti deve essere libero, anche per chi crede di dire una stupidata. Se inizi a far credere che esiste un filtro, il desiderio di etichettare i buoni e i cattivi, la voglia di dividere le menti nobili dagli analfabeti, i commenti si dimezzerebbero e i lettori pure.
    Questa è la differenza fra un blogger serio e un mediocre insicuro.

    Ti assicuro che l’aspirazione maggiore per coloro che postano abitualmente è poter scoprire di aver scritto una cretinata. Tanto da imparare dagli altri e non ricadere nell’errore.
    Quello che scrive più idiozie sono io, tu mi segui a ruota, ma la differenza nel numero di commenti inviati dimostra una triste realtà, se la matematica non è un’opinione…

    Che si fa?

    "Mi piace"

  13. Veramente temo che i filtri mi toccherà metterli, ma per evitare grane legali: leggo or ora che un blog è stato uscurato da un magistrato perché nei commenti qualcuno aveva scritto una critica che era stata ritenuta dal personaggio citato diffamatoria, e il giudice ha ordinato non solo di rimuovere il commento, ma ha proprio oscurato il blog. Preoccupante.

    "Mi piace"

  14. Si, preoccupante la notizia dell’oscuramento del blog…del ersto perfettamente in linea con l’oscurantismo che di questi temoi imperversa grazie a colui che si autoelogia ed autoelegge migliore premier della storia d’Italia!

    "Mi piace"

  15. perdonate l’errore,

    @ lameduck

    Paragonare Craxi a De Gasperi non mi sembra corretto.
    Avrà pure cercato di ottenere la maggioranza in Parlamento, ma qualcuno l’ha scoperto.
    Craxi ha fatto, tanto per citarne una, la Mammì. Che guardacaso serviva a qualcuno.
    Craxi è andato in Turchia, per evitare le manette. Craxi è un leader responsabile di Tangentopoli. E così potrei continuare.

    @ilmondodigalatea

    daccordo con i filtri. Ma il problema è della gente che si sente accusata, quando magari si dice il vero.
    Berlusconi querela “La repubblica” per aver pubblicato 10 domande.
    Se poi si diffama, mi sembra giusto essere puniti.

    "Mi piace"

  16. @->Kukuse: Mah, a me sembra demenziale che per un commento venga censurato l’intero post. Al massimo che si chieda l’IP del commentatore e si quereli lui. Un blogger può non essere sempre on line ed essere in grado di togliere i commenti che potrebbero essere considerati offensivi (e poi il sentirsi offesi è un po’ soggettivo), quindi a questo punto è costretto a mettere il filtro a tutti, a priori. Ma così è impossibile che si sviluppi una discussione nei commenti, come questa che stiamo facendo ora, noi qui, perché il commento deve essere postato in tempo reale e commentato dal blogger e dagli altri lettori…che magari al commento offensivo di tizio rispondono massacrandolo, quindi tizio perde qualsiasi crediblità. Insomma, a me questa sentenza pare un po’ assurda, dimostra secondo me una totale ignoranza del meccanismo che è alla base di un blog e rischia però di inficiarlo limitando la libertà di espressione.

    "Mi piace"

  17. Galatea, ti faccio notare che WordPress non poggia sul suolo italiano, quindi la Polizia Postale, su ordine del magistrato nostrano, non può fare nulla. Magari ti suona alla porta e ti chiede la password, tu fai la smorfiosetta, gli offri un caffé, fai vedere le gambe, e il problema è risolto.

    Aggiungo che l’oscurazione dei blog sta diventando una leggenda metropolitana, i pochi che sono stati veramente chiusi hanno riaperto dopo qualche giorno, in quanto qualsiasi avvocato può rendere non attuabile (cioè proprio non legale) l’azione del magistrato. Queste azioni sono diventate dei precedenti importanti, tanto che l’oscurazione non viene neppure più considerata, se non in casi gravi.

    A causa dei Dlg che vorrebbero “imbavagliare la rete” molte associazioni pepano il sedere alla gente raccontando queste storie. A me non fanno neppure più effetto, considerando quello che scrivo…

    Sono sicuro che non applicherai i filtri, se riesci a contattare qualcuno più informato di me ti sentirai più tranquilla.

    A quel punto ti querelo! 😀

    "Mi piace"

  18. @Gala
    Come potrai intuire la cosa non è così semplice semplice.
    Presumo tu ti riferisca al caso di Byoblu, il quale, almeno al momento, non ha pubblicato il provvedimento del magistrato (aveva promesso di farlo “nei prossimi giorni”, il post di annuncio è del 28 agosto).
    Il post non è censurato, ma “sequestrato”, in teoria, presumo, al fine di non consentire alcuna modifica successiva al “contesto” in cui è avvenuto il presunto reato.
    Il commento, però, deve chiaramente sparire subito, onde evitare che si protragga il presunto reato: ergo sparisce di conseguenza anche il post.
    Con l’IP del commentatore non ci si fa potenzialmente una beneamata, almeno in tempi relativamente brevi.
    Se infatti vengo a commentare sul tuo blog attraverso due o tre proxy in cascata (o un anonimizzatore), magari su server in giro per il mondo, prima di risalire all’ IP originale di collegamento e all’identità del tizio ci vuole il suo bel tempo… (magari salta fuori che ha pure un figlio minore che naviga e che, ovviamente, non è penalmente imputabile).
    Fai la prova tu stessa: autoinserisciti un commento, poi vai su http://www.vivalaproxy.com e rifai la stessa cosa attraverso il proxy.
    Quindi entra nel dashboard, vai nella sezione commenti e guarda gli IP dei tuoi commenti.
    Potenzialmente il tenutario di un blog potrebbe scrivere un post “blando” e poi autocommentarsi diffamando qualcuno. Potrebbe farlo o farlo fare qualcuno a cui stai dando fastidio, per farti smettere di scrivere o qualcuno che ti vuole estorcere denaro, magari proponendoti un “conveniente” accordo extra-giudiziale rispetto all’incognita di una lunga causa penale e poi civile.
    Nel caso specifico di Byoblu si tratta comunque di un commento palesemente diffamatorio di un troll (se poi googli ne trovi copie e copie simili in giro per vari blog).
    Wordpress strumenti ragionevoli per “vigilare”, anche senza pre-moderare i commenti, te li fornisce comunque.
    E un buon disclaimer può aiutare parecchio.

    "Mi piace"

  19. Meno di tre mesi dopo la proclamazione del nuovo regno Cavour muore nel palazzo di famiglia a Torino il 6 giugno 1861.

    Ha governato il regno d’Italia per un pugno di settimane. Credo non possa rientrare nella competizione virtuale immaginata dal nostro premier 🙂

    "Mi piace"

  20. “lo spazio per i commenti deve essere libero, anche per chi crede di dire una stupidata”

    Sig. goodidea, Le faccio notare che forse, come capita al sig. Train lungo i dirupi della doppia negazione (per citare un ex collega), a Lei è capitato lungo quelli della negazione semplice. Ma se Lei mi dice non Le è sfuggito un “non”, né davanti a “crede” né davanti a “dire”, ho la soddisfazione di comunicarLe che, a forza di sentirne parlare, Lei ha finalmente cominciato a capire qualcosa delll’empeiría kolakiké. Se invece quel “crede” sostituisce infelicemente un “vuole / intende / pretende “, allora, con il vecchio Mike, ahi ahi ahi signor goodidea! (faccia uno sforzo per sentirlo pronunciato dal buonanima).

    Inoltre: perché la sig.ra Galatea dovrebbe far vedere le gambe agli sgherri della polizia postale di Sassari (ormai tale per antonomasia)? Guardi che quelli sono degli insensibili, usi obbedir tacento e tacendo morir.

    "Mi piace"

  21. Non per mettere in dubbio lo stacco di coscia della sig.ra Gala, ma secondo me il “ghirighirighiri baciotto smack” offre una percentuale di successo assai più elevata, con la polizia postale di Sassari. 😀

    "Mi piace"

  22. Mi pare che qualcuno abbia trovato qui pane per i suoi denti.
    Altrovr è acclamato e osannato da un branco di ruffiani adulatori che sono pronti a genuflettersi per la sua erudizione fine a se stessa, mentre qui è trattato in modo bonario, come un nonno un po’ rompiscatole, avanti con l’età, che abbaia, ringhia e poi infine non morde perché lo mandano immediatamente a cuccia senza cena.
    Non aggiungo altro, altrimenti Galatea potrebbe giustamente rimproverarmi aspramente.
    Buona Serata a tutti i commentatori e alla padrona di casa.
    🙂

    "Mi piace"

  23. “Mi pare che QUALCUNO”… ” ALTROVR è acclamato…”

    Darei non so cosa per sapere qualcosa di più sul chi e sul dove.

    “pane per i suoi denti”… “acclamato e osannato”… “branco di ruffiani adulatori”… “pronti a genuflettersi” “erudizione fine a se stessa”… “nonno un po’ rompiscatole”… “abbaia, ringhia e poi INFINE non morde”… “a cuccia senza cena”.

    Quando poi arriva, ansante, al “Non aggiungo altro” bisogna capirlo: in poche righe ha messo in campo tutta la carapace della sua fraseologia.

    Sig. Train, Lei non perde occasione di dimostrare ovunque la tempra del suo intelletto, che fra poco sarà celebre anche su questa piattaforma.

    "Mi piace"

  24. @->Red.Cac: “Usi obbedir tacendo e tacendo morir” sono i Carabinieri, non i Poliziotti (Costantino Nigra, La rassegna di Novara, 1828). Non mi confonda Polizia e Carabinieri, che la ruggine fra le due armi è vecchia e, se lo sanno, la prossima volta che la beccano, siano Poliziotti o Carabinieri, è una multa sicura!
    (Peraltro Costantino Nigra c’entra di striscio ma bene con il contenuto del post: fu lui a bruciare le compromettenti lettere di Cavour all’ultima amante per evitare scandali. Non per obbedir tacendo, però: voleva una onorificenza del Regno. Del resto,mica era Carabiniere..).

    "Mi piace"

  25. Non credevo che ci fosse gente con la coda di paglia lunga un chilometro.
    Si facevano alcune constatazioni mica delle battute salaci ma non volgari (sic!).
    Bisogna sapere incassare, invece di reagire offendendo, altrimenti si fa ancor più brutta figura nel blog di Galatea.
    Qui non c’è una claque di ruffiani adulatori pronti a dire ad ogni insulto gratuito , bravo collega o altre stupidaggini.
    Qui la trattano giustamente per quello che realmente è.
    Non dico altro altrimenti Galatea potrebbe rimproverarmi.

    Galatea, confermo che tra Polizia e Carabinieri non corra buon sangue; ho alcuni amici che lavorano nella Polizia di Stato che mi hanno raccontato più volte di non aver rapporti idilliaci con i loro colleghi dell’Arma.
    Che siano i Poliziotti a divulgar le barzellette sui Carabinieri?
    😉

    "Mi piace"

  26. @->Jazztrain: No, per quanto ne so sono i Carabinieri stessi.
    Peraltro, le volte che ho avuto a che fare con loro li ho sempre trovati gentilissimi.

    PS: Potete finirla, tutti e due, di baruffarvi e punzecchiarvi sul mio blog? Ce li avete i vostri blog, no? Randellatevi là, su. 🙂

    "Mi piace"

  27. Comincio a pensare che tu stia cominciando a divertirti.
    Ad essere sincero nel mio blog non mi occupo affatto di lui, né dei suoi accoliti, preferisco parlare dei miei hobby preferiti (ovviamente non conoscono nulla né di scacchi, né di dama italiana e internazionale, né di fotografia, né di jazz. Però, non si capisce perché, sentono il dovere di dire la loro in modo arrogante su argomenti che ignorano completamente).
    A dire il vero recentemente mi sono occupato nel mio nuovo blog di un sondaggio che ho dedicato a loro per provare la nuova piattaforma Word press. Poi, onestamente, di personaggi volgari come red. cac. preferisco non occuparmi, non sopporto le persone che devono ostentare la loro presunta superiorità culturale e che si comportano in modo che reputo incivile.

    Ogni tanto, visto che mi chiama in causa chiedendoti di censurare i miei commenti (non capisco cosa gli frega), permettimi di levarmi “una tantum” qualche sassolino dalla scarpa.
    Se non mi chiama in causa lo ignoro, lo prometto!
    😀

    "Mi piace"

  28. Mi scusi sig.ra Galatea, ma quando Lei dice “baruffarvi” e “punzecchiarvi” o sta usando la cortese ipocrisia dell’ospite o davvero non ha capito come stanno le cose.
    Il sig. Train è un allocco, ma un allocco tale che anche un buono come me, se si trovasse a vivere in un mondo di sigg. Trains, sarebbe tentato di vivere di prepotenza… e mica soltanto intellettuale.

    Devo anche precisare che quando ho per la prima volta citato il famoso “usi obbedir tacendo…” mi riferivo, e credo fosse chiaro dal contesto, all’Alberto Sordi de La grande guerra, e così in seguito, dato che la maschera di Sordi è la sola che possa reggere una frase così chiaramente spaccona e insincera, in bocca a un italiano.

    Da scompiscio invece il sig. Train del “se non mi chiama in causa lo ignoro”. Sono quasi sette anni che lo stiamo prendendo per i fondelli, ma il suo Q.I. (90, dico sul serio) gli consente solo questa coazione a ripetere. Nel caso Lei davvero ne dubitasse, posso pur sempre fornirLe gli estemi per leggere il dibattito sull’eristica cui il sig. Train, da me invitato, aderì gioioso. Si svolse materialmente sul nostro blog ma idealmente tra l’Ilisso e l’Imetto. Non so perché, terminato il dibattito, nel sig. Train ogni allegrezza è spenta.

    p.s.
    Mi perdoni l’uso continuo di citazioni, ma il sig. Train non ne riconosce mai una, si tratti di Totò o Troisi quanto di Leopardi o Platone; spesso le prende sul serio e ci si arrabbia, o ne inferisce trionfi. Con “Non ci resta che piangere” lo abbiamo menato per il naso una decina di volte in un mese e lui lì, il boccalone, a rispondere serio serio. Insomma, se non fosse chiaro, lui è per la redazione l’uomo dal basco nero di Amici miei.

    "Mi piace"

  29. Vorrei precisare solo una cosa: quel dibattito mi è stato letteralmente chiesto in ginocchio dal red. cac. il quale si guarda bene dal dire che in passato ha letteralmente insozzato il mio blog con i suoi quotidiani interventi da cafone.
    Un giorno, non si capisce per quale motivo, mi supplicò umilmente più volte per rispondere a un questione sull’erismo (si citava il Protagora di Platone, un dialogo che lessi anni fa) per farlo contento, per levarmelo di torno e per aver un po’ di pace, accettai.

    Quello che avevo da dire lo dissi e la cosa finì lì, la mia vita non è mica cambiata, vado avanti per la mia strada e non devo dimostrare nulla.
    Per il resto non vale la pena di discutere con un povero frustrato come lui.

    "Mi piace"

  30. “quel dibattito mi è stato letteralmente chiesto in ginocchio dal red. cac.”

    A parte il fatto che si dice DA red. cac. e non DAL, mi domando: quanti, sig. Train, penseranno che io glielo abbia chieduto in ginocchio, avendo urgenza di sapere che cosa ne pensasse, e quanti invece penseranno che si sia trattato di qualcosa che noi (id est noi redattori, lei fesso e i lettori non occasionali) paragoneremmo, per brevità, alla famosa partita a scacchi che si fece convincere a giocare sul nostro blog.?

    Ecco, vede, sig. Train: io non chiedo mai che qualcuno sia bannato. Però mi piacerebbe che ogni tanto la sig.ra Galatea, per superiori ragioni di igiene, sfrondasse il suo blog dagli interventi troppo stupidi – tra i quali com’è noto i suoi primeggiano per quantità e per qualità – ben lieto che i miei commenti a tali suoi interventi seguano la stessa sorte.

    p.s. risponda subito o rimandi a domani. Fra poco devo vedere le semifinali di Flushing Meadows, nella speranza, di certo razzista e niente più, che Kim Clijsters batta Serena Williams.

    "Mi piace"

  31. Le ricordo che in passato per ragioni di igiene si mandavano i prigionieri dei campi di concentramento (ebrei, zingari, prigionieri politici, omosessuali) nelle docce per eliminarli.
    Eviterei di utlizzare termini così infelici.

    P.S. Vedo che si sta facendo conoscere per quello che realmente è, ne sono contento, così la eviteranno come la peste.

    "Mi piace"

  32. Non generalizzi, e non operi per estensione. Le superiori ragioni di igiene che stiamo invocando riguardano solo ed esclusivamente Lei, e giacciono in grembo a Galatea, che abbiamo il diritto di esortare ma non il potere di obbligare e, a nostro avviso, neanche la capacità di convincere. Mica siamo, noi red. cac. eristi della sua statura.

    Ciao, sig. Train!

    "Mi piace"

  33. 1) La mia non era una generalizzazione, era una puntualizzazione e lei lo sa benissimo.

    2) Lei si arroga diritti che non le competono, quando agisce in nome di questi suoi presunti diritti, lo fa esclusivamente per seminare zizzania e per fare terra bruciata.
    Considero questo suo modo di agire semplicemente odioso e discriminatorio.

    3) Neanche io devo convincere Galatea e tanto meno non devo certo esortarla ad agire contro di voi.

    "Mi piace"

  34. “Neanche io devo convincere… e tanto meno non devo certo esortarla…”

    Trascurando il verbo “agire” (Lei spera, sotto sotto, che la sig.ra Galatea Le faccia compagnia nel lungo viaggio verso la polizia postale di Sassari) notiamo che Le son sempre molto arcigni, i dirupi della doppia negazione.

    "Mi piace"

  35. Bravo, il suo problema è che a furia di preoccuparsi della doppia negazione (nel linguaggio comune la doppia negazione è accettata) o degli anacoluti di verghiana memoria, non si rende conto che lei adotta frasi inopportune come quella sulle ragioni d’igiene.

    "Mi piace"

  36. P.S. Però vedo che è ridotto male: la sua patetica osservazione sulla doppia negazione non è nemmeno farina del suo sacco.

    "Mi piace"

  37. “Neanche io devo convincere… e tanto meno non devo certo esortarla…”

    Vorrei evitare di innescare un’assenza di polemica, ma non mi pare carino non attaccarsi sempre a queste quisquilie.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.