Un uomo non informato sui fatti

Il Governatore del Lazio, sorpreso nell’appartamento di un transessuale e perciò, assai probabilmente, oggetto di ricatto, si dimette per la vergogna dall’incarico, cerca riparo in un convento a Cassino e, dopo qualche settimana, chiede perdono al Papa.

Il suo non è un problema di coscienza, ma di cultura.

Qualcuno lo informi che non sta più nello Stato Pontificio, per favore.

7 Comments

  1. Magari, in ginocchio, conta di poterci entrare con qualche carica elettiva.
    Che nel resto del Lazio, comunque, ha chiuso. 😉

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.