L’amore vince sempre, anche sulla violenza via telefonino

Il senatore Raffaele Lauro, che è uomo dabbene e schifa ogni forma di violenza, soprattutto verbale, ha presentato un disegno di legge per punire l’istigazione a delinquere su internet.

Oltre a prevedere 12 anni di carcere per chi scriva post giudicati violenti, il senatore intende anche affrontare un altro serio problema della nostra società: ha presentato una mozione per discutere in Senato degli “effetti perversi derivanti dall’uso del cellulare da parte di giovani e giovanissimi”.

Sarei curiosa di sapere come intenda, il senatore Lauro, scoraggiare tale uso: ma visto che nel suo partito sono convinti che l’amore vinca sempre, forse proporrà di mettere ai telefonini un lucchetto di Moccia.

5 Comments

  1. Galatea, tu sei troppo ottimista…

    Farà la proposta di abbonamento obbligatorio per tutti gli under 25 a uno di quei servizi in abbonamento che ti regalano le suonerie e i salvaschermo con quegli obbrobriosi e petulanti animaletti in computer grafica scadente che coverizzano le hit del momento e le canzoni neomelodiche napoletane, che così si lobotomizzano e pensano solo all’ammmmore!

    Cordialità

    Attila

    "Mi piace"

  2. no, l’unico modo per non far usare più il telefonino è aumentare ancora di più le tariffe. dieci euro al secondo, per esempio. di cui 9,99 vadano nelle casse del cavaliere, povero, che deve curarsi. (il cervello, dico).

    "Mi piace"

  3. Effetti perversi?
    : )
    Probabilmente si riferisce alla sua esperienza personale (il cellulare nella tasca dei pantaloni col vibracall).
    : )))
    Circa gli effetti medici, invece, c’è poco da ridere, viste le anticipazioni sulle conclusioni del grande studio Interphone sui cellulari, condotto in 13 Paesi, Italia compresa (in particolare per giovani e giovanissimi l’aumento di tumori cerebrali sarebbe importante e quantificabile in + 420% per decennio di uso intensivo del cellulare).
    dr. malos

    "Mi piace"

  4. Ruggero e “I figli dell’amore eterno”. YouTube: Non Stop-Rai Uno 1978-Carlo Verdone- è l’amore che vince e il male che perde.
    Love Love Love.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.