La signora Pina e le donne in carriera

Scena: il salotto di casa Pattaro.
Protagonisti: la signora Pina, sua nipote Iolanda.

Vedi zia, io rifiuto questa società maschilista in cui una donna deve essere sempre carina e disponibile per avere un minimo di successo, ma secondo me sai di chi è la colpa maggiore di questo?”

Degli uomini che sono porci, amore mio?”

Ma no, zia, su, non fare queste affermazioni da veterofemminista! No, la colpa è di noi donne, che non investiamo nel merito, non ci impuntiamo, non pretendiamo di più…se tutte fossero più determinate, invece di frignare che siamo in una società maschilista, se tutte fossero più convinte! Vedi me, per esempio: io non ho fatto mica carriera dandola a destra e a manca al potente di turno, eh!”

Tesoro,ma tu non hai fatto carriera.”

Ah, già.”

8 Comments

  1. Vorrei rassicurare tutti i cicisbei del blog: non temete il sig. Train. Lui è fuori classifica. Sarebbe cicisbeo persino con noi della redazione, se glielo permettessimo.
    Anche Lei, sig.na, lo scusi se esagera. E’ nella sua natura, soprattutto con blogger al femminile.

    "Mi piace"

  2. Lei è proprio un personaggio incredibile! Non ha proprio nulla da fare? Ogni tanto si faccia i fatti suoi invece di ficcare il naso.

    "Mi piace"

  3. Ogni tanto, d’accordo. Sono più di 48 ore che trascuro i Suoi. Ecco, guardi, sig. Train, l’ho appena citata nel post soprastante. Ma guardi che mi è venuto così, spontaneamente: non sapevo di questa esortazione.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.