Non candidiamoli alle Regionali, candidiamoli al cinepanettone

L’avvocato che Formingoni ha prontamente ingaggiato per presentare ricorso per la riammissione della sua lista alle elezioni regionali in Lombardia pare che abbia avuto un piccolo infortunio: è riuscito ad arrivare in Tribunale in ritardo per presentare il ricorso stesso.

I geniali webmaster del sito dei Club della Libertà hanno invece aperto un sondaggio, per chiedere al loro popolo una specie di investitura contro l’interpretazione troppo formalistica delle regole. Salvo accorgersi, dopo poche ore, che i visitatori del sito li stavano ampiamente spernacchiando e l’esito delle votazioni era rovinoso. Han quindi cercato di salvare il salvabile, aprendo e chiudendo più volte il sondaggio, per poi infine sospendere tutto ed arrendersi, riuscendo però a farsi malamente sgamare da Metilparaben mentre tentavano maldestramente di taroccare il tutto.

Pare inoltre che nel Lazio il prode Milioni – quello allontanatosi a prendere un panino al momento della presentazione delle liste – sia in permanente calo di zuccheri, perché, nel ricorso presentato per la riammissione, ha clamorosamente sbagliato la data nell’atto di presentazione.

Ok, ragazzi, adesso una mano sul cuore e siamo comprensivi: d’accordo, mandare al governo di alcune regioni italiane questi adorabili pasticcioni è un po’ troppo. Però un ruolo da protagonisti nel cinepanettone di Natale, al posto di Boldi e De Sica, glielo garantiamo, vero?

17 Comments

  1. ah, galatea bella… che dolore… io ultimamente continuo a pensare che non sono mica sicura di volerci più stare qui…

    "Mi piace"

  2. Di chi, se non del sig. Train, poteva essere la battuta conclusiva, con risata a 32 zanne?
    Ora vado a controllare se si è accodato agli altri due re magi nel post sottostante.

    p.s.
    Questo, signorina, non è né insultare né prendere per il culo. E’ scherzare amabilmente con dei vecchi amici. Con uno in particolare, tra l’Ilisso e l’Imetto.

    "Mi piace"

  3. Vecchi amici? Mi dispiace, non la considero tale. Non ho alcuna intenzione di avere a che fare con lei.

    "Mi piace"

  4. Mi scusi, Lei che vuole? Qui stiamo parlando del sig. Train, mica fuffa. Quello sì che è un amico. Lei, si può sapere chi La conosce, e come si permette, di rivolgermi la parola, non richiesto, non gradito, meno che meno amato? Il mio Train non è un artificiere che fa scoppiare tutto, il bene e il male: il mio Train non è nulla di tutto questo, e perciò lo amo senza speranza e non gli chiedo nulla.

    "Mi piace"

  5. Non esageri, non faccia arrabbiare la titolare comportandosi da troll, altrimenti la butta fuori a pedate nel sedere.
    😀

    "Mi piace"

  6. Senta, pallida copia del mio diletto Train: non si preoccupi delle pedate nel sedere che mi vengono assestate dalla signorina. Soprattutto non invidi il fatto che per la suddetta in qualche modo io esisto.

    "Mi piace"

  7. Sabato 6 Marzo a Milano ci sarà una grande manifestazione contro il razzismo, il No Razzismo Day. Una manifestazione per affermare con forza che l’unica razza esistente su questo pianeta è quella umana. I canali ufficiali di informazione non hanno dato nessuno spazio all’iniziativa, e sono quegli stessi che ogni giorno presentano gli stranieri come la causa di tutti i mali che affliggono il nostro paese. Vi chiedo di farvi portatori di questa causa diffondendo il più possibile la notizia ad amici e conoscenti.

    Un sentito ringraziamento a Il nuovo mondo di Galatea per la collaborazione.

    "Mi piace"

  8. se passa la faccenda con un decreto o simili (ma è possibile che siano i Tar a mettrci una pezza), berlusconi da una sconfitta avrà tratto due vittorie: non solo x le sue liste e x aver dimostrato una volta di più che le regole valgono solo per i poveracci,
    ma soprattutto avrà ottenuto altra franchigia nella sua opera di demolizione dello stato di diritto che in parvanza un tempo era formalmente vigente.
    c’è da essere ottimisti e allegri? sì, ci dice lui da 20 anni.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.