La guerra è quella cosa che quando c’è rischia di ammazzarti

Mi stupisce sempre il meraviglioso candore di chi si rende  improvvisamente conto che i soldati, mandati in un posto dove c’è guerra, possono finire uccisi.

3 Comments

  1. ciao, io non penso che fare il militare sia sempre una scelta, a volte è una necessità.
    poi succede che qualcuno a 25 anni muoia in afghanistan, altri pressapoco di quell’età, forse perché hanno il papà in politica anche se sono teste di legno fanno i politici anche loro.
    un’altra cosa che ho notato all’estero: là la morte di militari in missione viene considerata una cosa non tanto eccezionale e non viene sfruttata dai mezzi comunicazione come qui dove si vive sul dolore degli altri per qualche giorno
    comunque siamo là in una guerra assurda ed illegale
    saluti

    "Mi piace"

  2. Bei tempi quando per il militare c’era la leva obbligatoria.
    Le mamme avrebbero assaltato Montecitorio con la bava alla bocca se avessero mandato i loro bambini in guerra.

    Adesso abbiamo un esercito di mercenari fascistoidi e morti di fame, che non vedono l’ora di farsi spedire all’estero per comprarsi casa con i soldi della missione.
    Quando scendono dall’aereo sparano a tutto quello che si muove, fossero anche bambini che viaggiano con la famiglia, preoccupati solo della loro pelle e della loro paga.

    Non mi fanno nessuna pena, se penso penso che chi lavora nei cantieri corre più rischi di loro senza essere strapagato e senza ammazzare nessuno.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.