Salvate il soldato Bondi

A chi lo accusava di aver disertato ieri sera la prima della Scala, il ministro Bondi ha replicato di non essersi potuto muovere perché impegnato a Roma, a votare la fiducia. Che però si vota il 14, e, nel frattempo il Parlamento è chiuso. La spiegazione, quindi, non convince. Ma non è detto che Bondi menta.

Per favore, mandate una squadra di Pompieri a Montecitorio, a fare un sopralluogo. Quando hanno chiuso tutto, il povero Bondi deve essere rimasto dentro, e ora si aggira per le sale buie, spaurito e piangente, chiedendosi dove siano finiti gli altri e lamentando di essere il solo rimasto fedele a Silvio, ora che le cose vanno male.

5 Comments

  1. quello che era chiuso era appunto montecitorio, ma bondi è senatore. e al senato, che era aperto, si votava la finanziaria.
    come è scritto nell’articolo che hai linkato.
    naturalmente non è una scusa valida: e almeno poteva mandare un messaggio.

    "Mi piace"

  2. Orca, Bondi è Senatore? Lo trascuro, povero caro: ero convinta fosse onorevole. Secondo me, però, è rimasto chiuso lo stesso in Parlamento, e ora scrive poesie abbracciato alla bouvette mentre si ciba di salatini rancidi. 🙂

    P.S: Nell’articolo, però, si dice che Bondi si è giustificato dicendo che doveva votare “la fiducia” non la finanziaria. Era in ritiro spirituale per prepararsi al grande momento?

    "Mi piace"

  3. Egr. Sig.na Galatea
    MI corre l’obbligo di alcune precisazioni.
    1° I salatini sono migliori al Senato che alla Camera, non si capisce il perchè dato che mi risulta essere lo stesso fornitore.
    2° Tengo a smentire categoricamente che ci siano dei retroscena dietro la mia mancata presenza a Milano al Teatro alla Scala per l’inaugurazione della Stagione Lirica. Semplicemente io non riesco ad apprezzare questo “Wagner” e tutti questi autori contemporanei che la cosiddetta “cultura” della sinistra tende a promuovere. Non se può francamente più di questo antiberluscanismo d’accatto, con questa pseudo satira sulla statura fisica e morale del nostro Premier: prima i NibeLUNGHI, adesso la Valchiria. Basta con queste bieche insinuazioni!
    F.to Sen. Bondi

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.