Cose che capitano

Franceschini: “Deciderò e lo farò da solo.”

Gli altri se ne sono già andati.

Il Time: “Renzi il nuovo Obama italiano.”

Ok, boys, emigriamo in America.

Draghi: “Allarme disoccupazione”. Tremonti: “Fatto tutto il possibile

Ma no, dai, si potrebbero ancora organizzare delle ronde.

7 Comments

  1. ” Ma no, dai, si potrebbero ancora organizzare delle ronde. ”

    Non dirmi che ti darebbe fastidio vedere che dei volontari, armati di cellulare e fischietti , girano per i quartieri segnalando le situazioni di degrado e di pericolo sociale …
    Davvero ritieni che ci sarebbe un rischio per la libertà e per la privacy ?
    Preferisci forse continuare a vedere squallidi individui circolare liberamente con le loro schifose birre sempre in mano ?
    Preferisci sapere che qualunque donna , o anziano, o negoziante è a rischio di scippo o rapina perchè le forze dell’ordine non possono ovviamente essere dappertutto ?
    Vorrei davvero capire dove sarebbe il problema di avere maggiore controllo sul territorio per contrastare la delinquenza , lo spaccio , la prostituzione , tutte situazioni che stanno infestando sempre di più le nostre città rendendole invivibili, squallide e pericolose per le donne , anziani , commercianti e per i nostri figli.
    Senza polemica , ma vorrei davvero capire .

    Mi piace

  2. Giusto! Ci vuole igiene e pulizia sulle nostre strade. Dobbiamo difendere le nostre donne e i nostri figli da questi squallidi individui che circolano
    liberamente con la birra in mano, che andrebbero rieducati a droghe più igieniche, cocaina per esempio, e ad altri reati più puliti, quelli finanziari possibilmente. Ma quale fischietto e cellulare, i forconi servono! E’ un schifo.

    Mi piace

  3. @->max: preferirei che i pattugliamenti fossero affidati alle forze dell’ordine regolari, che sono formate per fare questo, non a dei cittadini che rischiano, per altro, di trovarsi in situazioni pericolose loro pure. Trovo che questo “appaltare” il controllo del territorio a gruppi di cittadini volontari sia pericoloso e sinceramente anche poco rispettoso dei cittadini stessi che, magari generosamente, si trovano costretti ad organizzarsi in maniera autonoma, senza avere una precisa formazione, senza poter avere le garanzie di preparazione (fisica, legale etc.) che le regolari forze dell’ordine hanno. Trovo che sia decisamente pericoloso e poco saggio. C’è un problema di ordine sul territorio? Che diano più soldi a vigili, carabinieri, forze di polizia. Invece a quelli tagliano anche i soldi per la benzina, e poi mandano allo sbaraglio senza preparazione (e per altro, senza nemmeno la certezza di potersi difendere in caso di pericolo reale) dei cittadini privati. Bel colpo.

    Mi piace

  4. Mi sa che stiamo girando intorno allo stesso problema , un pò come il cane che si morde la coda.
    Siamo d’accordo che le forze dell’ordine non possono farcela con i mezzi e le unità attualmente a disposizione , ci vorrebbero più agenti e mezzi adeguati.
    Ma per fare questo bisogna investire soldi , tanti soldi che ora proprio non ci sono , a meno chè la politica decida di rinunciara ai tanti privilegi e dedichi queste risorse economiche a questo scopo , ma sappiamo benissimo che nessuno , dico NESSUNO , nè a destra nè a sinistra accetterà mai un discorso simile.
    Quindi , se dei volontari assolutamente di propria iniziativa stufi del degrado e della sgradita presenza di nullafacenti , assolutamente pacificamente decidono di pattugliare , fare presenza e fare azione di disturbo nel proprio territorio , perchè esserne così diispiaciuti e infastiditi ?
    Nessuno è obbligato , si tratta di azioni assolutamente spontanee , evidentemente sollecitate dallo schifo in cui molte delle nostre città stanno sprofondando.
    In tante città , piccole o grandi che siano , dove queste ” ronde ” ( termine a mio parere fuorviante ) sono attive , la gente è contenta e si sente più sicura e protetta e non si è mai sentito di problemi di sicurezza o pericolo.
    Ovviamente essendo un argomento strettamente legato ai vari schieramenti politici i pareri seguono questa logica , io personalmente seguo una mia logica senza guardare al mio credo politiico, mi piace ragionare con la mia testa , non con quella dei partiti a cui mi ispiro.
    Questa cosa del controllo volontario e spontaneo del territorio la valuto molto positivamente , non mi disturba affatto avere dei gruppi di persone che fanno presenza nel quartiere a qualsiasi ora , anzi.
    Ciò non toglie che la politica deve assolutamente cambiare le cose , ovvero dare soldi,mezzi e personale alle forze dell’ordine per lavorare e operare al meglio e soprattutto fare leggi serie e punire realmente ogni forma di illegalità , senza sconti per nessuno.

    Mi piace

  5. @->max: Personalmente le “ronde” (chiamiamole pure in altro modo, ma non è che la sostanza cambi di molto) non mi piacciono non solo perchè, potenzialmente, sono cose che possono sfuggire di mano. Tu stesso dichiari che il loro compito è controllare i “nullafacenti”. Termine interessante, perché, è da notare, un nullafacente non sta commettendo alcun reato…se il compito della ronda è impedire che “nullafacenti” stazionino in strada, la ronda commette lei un abuso, perché nulla vieta alla gente di aggirarsi per strada, persino con le bottiglie di birra in mano, e fare null’altro che perdere tempo. Se invece per strada uno vede qualcuno che commette un reato, la ronda non serve: basta che il cittadino singolo lo segnali alle forze dell’ordine. Inoltre, scusa, ma ragioniamo un momento. Queste “ronde” fatte da cittadini volontari sono disarmate e i cittadini che entrano in esse non hanno alcuna formazione nè specializzazione. In caso di pericolo – metti caso, sono attaccate da una banda di malviventi armati o sorprendano davvero degli spacciatori armati che stanno facendo i loro traffici- rischiano di venire feriti e rimanere coinvolti in sparatorie o simili senza una reale possibilità di difendersi. Metti che si trovino a dover intervenire in casi delicati (violenze familiari, tentativi di stupri, rapina a mano armata) non hanno alcuna formazione per cercare di disinnescare situazioni molto pericolose. Non hanno poi alcuna autorità per intervenire, nel senso che non dovrebbero poter chiedere documenti, fare perquisizione personali o altro, dal momento che, in buona sostanza, sono privati cittadini. Insomma, mi sembra che sia una maniera di mandare dei privati cittadini, animati magari da buone intenzioni, al massacro, col rischio di farli finire in situazioni pericolose e potenzialmente anche mortali. Se lo Stato moderno ha avocato a sè la sicurezza c’è un motivo.

    Mi piace

  6. Trovo la cosa alquanto ridicola.
    Se dei cittadini vogliono organizzare ronde senza far pestaggi o simili non ci trovo nulla da ridire e penso che possa perfino essere una buona idea in certi quartieri.
    Ma non capisco che c’entri lo stato, a parte il fatto che se facesse decentemente il suo lavoro sarebbero inutili.
    Il governo che non pattuglia le strade per non pagare straordinari ai poliziotti ha tutto il mio disprezzo, e farneticando di ronde non fa che peggiorare.
    Però quando si parla di carenze di personale mi vien da ridere :se non ricordo male le nostre sono tra le più numerose al mondo, anche se molti agenti sono dispensati dal servizio di pattuglia (emblematico il caso dei vigili di Milano, più di metà stanno in ufficio), ed un poliziotto che non pattuglia e non è disposto a fare i turni mi sembra un po’ un’autista ceco, un palombaro claustrofobico.Se non ha passato i sessanta dovrebbe essere semplicemente sostituito.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.