Cupido strabico

cupido morto

Quello che non ti chiama da una vita, e poi trilla, all’improvviso, per dirti: “Avevo bisogno di sentire la tua voce.

Quello che è un amico, amico amico, solo proprio amico, da anni, e poi una sera ti confida che sei da sempre la protagonista dei suoi sogni erotici.

Quello che s’imbambola sulla tua scollatura, ma talmente tanto che al ristorante si sbavacchia di birra come un pupo con il biberon, e poi ti guarda e bofonchia: “Ecco, lo vedi che effetto mi fai?

Quello che va dicendo che usciva un tempo con te, e non è vero, o almeno tu proprio non te lo ricordi.

Quello che vuole un appuntamento, e ti assilla, e ma così tanto che non gli rispondi al cellulare, gli hai bloccato msn e skype e hai dato ordine, ma ordine tassativo, alla tua amica di non fornirgli la tua mail neppure fosse un caso di vita o di morte.

Quello che ti guarda e sta zitto, con l’aria di un cane bastonato, sperando che t’intenerisci.

Quello che gli hai detto “No, grazie”, ma lui non prende botta e replica: “Vabbe’, ma se cambi idea, fammi una telefonata, da qualsiasi parte d’Italia mi trovo, corro.”

Quello che si offre anche solo come spalla per piangere, anche alle due di notte, anche fossi sulla luna, e quasi quasi hai il sospetto che ti gufi qualche disgrazia, così lo chiami.

Quello che se fosse l’ultimo uomo sulla terra, lasceresti estinguere la specie senza un ripensamento.

E poi c’è Quell’altro, Quello che piacerebbe invece a te. E sei tu che gli mandi messaggini, e lo chiami, e cerchi pretesti, e flirti, e occhieggi, e ocheggi, e le metti in atto tutte le tattiche conosciute, o per lo meno quelle che ti vengono in mente, ma lui niente, eh, una roccia, un bastione che non ha cedimenti, e nemmeno crepe, tanto che non sai se proprio non la capisce, non la vuole capire, oppure è una tecnica educata per lasciarti intendere che non è cosa, nisba, niet.

Ce lo dipingono sempre come un puttino dallo sguardo furbetto, ‘sto benedetto Cupido.

Invece, prendiamone atto: è semplicemente strabico.

Articolo 31, Aria.

11 Comments

  1. Dai quaderni delle bisnonne: se un uomo ti piace, renditi INACCESSIBILE. Fa’che ti incontri solo per caso, fingi di non ricordarti come si chiama, non lo chiamare MAI. Che siano altri a parlargli di te. Fuga, mistero, leggenda. Funziona dall’età della pietra, com’è che voi ragazze non lo sapete più? Io il numero di telefono di quella che è mia moglie da quasi trent’anni l’ho dovuto chiedere alla CIA, e quando finalmente sono riuscito a telefonarle lei mi ha risposto (con quello che sembrava vero imbarazzo) “ehm, Enzo chi?” A me, adorato da legioni di donne! Di uscire con me, manco a parlarne, ma la incontravo dappertutto…sempre con qualcun altro. Insomma, fagli sudare sette camicie. Fagliela cadere dall’Himalaya. Dagli appuntamento fra due settimane, e nel frattempo non farti trovare. Credi a un vecchio porco: funziona!

    "Mi piace"

  2. Eh, funziona se lui richiama, però…perché se tu non hai la possibilità di farlo ingelosire, farti vedere e/o incontrarlo per finto caso, mannaggia, e lui se ne frega, continua a sorridere beato e a far il simpatico quando ci si sente, e se ne resta con il suo corteggio di ragazze senza filarti manco di striscio, le bisnonne hanno lasciato qualche postilla per spiegare come si fa?
    Così, tanto per sapere, non che mi interessi, neh. 😉

    "Mi piace"

  3. Mah, il mio non mi sembra ancora del tutto frollo, a dire il vero, nè pare tale ad una buona schiera di maschietti, il che mi fa sospettare che sia almeno parzialmente vero. 😉
    Quanto alle uova…be’, se finiscono pazienza. Non è che abbia mai avuto questa gran ossessione per la riproduzione della specie, nè per trovare un “ente responsabile” con cui figliare. Per cui, sopravviverò. Anche senza un uomo, probabilmente. Se Cupido è strabico, del resto, che ce posso fa’? 😀

    "Mi piace"

  4. mi intrometto poco elegantemente, come mi si confà, nella discussione. Enzo ha ragione, farsi desiderare (in gergo ggggiovane “tirarsela un po’ “) funziona, ma poi bisogna essere in grado di smollarla un po’, far capire che si è interessate ma non disperate. è un equilibrio delicatissimo, difficile da raggiungere, apparentemente impossibile. ma quando ci si arriva.. signoramia, che soddisfazioni.
    (te lo dico per esperienza. anzi, visto che ho riletto qui, mi diletterò nello sparire di nuovo)

    "Mi piace"

  5. Non è questione di strabismo. Ci deve essere attrazione reciproca per stare insieme e amore…..è solo una questione di ordine..le infatuazioni sono un’altra cosa.:-)

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.