34 Comments

  1. @Erasmo: Peraltro, tu e red mi preoccupate. Lui abbiamo appurato che è Barbareschi. Ma tu chi sei, Berlusconi? 😉

    "Mi piace"

  2. Veramente berlusconi aveva detto la battuta al contrario. E’ anche vero che aveva davanti la Rosy, il che mi è risparmiato, per lo meno di recente.

    "Mi piace"

  3. Lo sò che lo dici con implicita malinconia, ma in fondo abbandonare la categoria psicologica “essere di sinistra” come indice di valore mi pare un diffuso e generalizzato sistema di autorisanamento, con il pregio aggiuntivo di disinnescare la tristanzuola e ipocrita retorica dei pretesi avversari. Ma poi chi se ne frega del lato in cui ti collochi, sono coordinate che non abbiamo stabilito, le abbiamo trovate già fatte; un patto sociale che ha perso vincolatività perchè superato dagli eventi

    "Mi piace"

  4. @Erasmo: già…detta come l’hai messa tu è un: “Sei stupida e anche cozza.” Vabbe’, pazienza, vado a iscrivermi ai Proletari Armati contro il Fard, allora.

    "Mi piace"

  5. E finalmente si parla di gnocca!

    Cara Galatea, mi dispiace dover utilizzare un linguaggio poco urbano, ma chi mi conosce e mi segue sa che sono una persona volgare, qualunquista e demagoga, e della cosa tutto sommato non mi dolgo.

    E inoltre la tua domanda diretta richiede una risposta diretta.
    Quindi, a domanda rispondo, e per cortesia non equivocare.

    Ergo, mettiamo da parte l’indubbia potenza dei tuoi neuroni, che si evince da cio’ che scrivi e come lo scrivi, e focalizziamoci sulla vexata quaestio.

    Non so in relazione all’identita’ di sinistra, ma non v’e’ alcun dubbio che in quanto a gnocca, tu sia una gran gnocca.

    Ciao

    🙂

    "Mi piace"

  6. L’importante è non assomigliare alle gnocche di destra (Prestigiacomo etc) e di sinistra (Melandri etc). L’intelligenza è arrapante! 🙂

    "Mi piace"

  7. Niente di nuovo: una volta si provava a sfondare con gli intellettuali candidati come indipendenti di sinistra,oggi con le belle donne candidate come indipendenti di sinistra.
    Non come intellettuali, sebbene molte ne sian convinte: la Parietti sono anni che ritiene d’aver letto dei libri.
    Per aver accesso alle assemblee degli eletti,sembra che le donne che guardano a sinistra debbano esser quantomeno vedove di guerra : il giorno in cui si renderanno davvero conto del modo miserabile in cui son trattate,dai tempi della Jotti in avanti,le cafonate di Berlusconi appariranno poca cosa.
    Inchino e baciamano.
    Ghino La Ganga

    "Mi piace"

  8. Una buona metà dei commenti parla apertamente del fatto che “Galatea” è una gnocca, il che ovviamente rallegra l’atmosfera in puro stile Tognazzi (Ugo).
    Ma come fanno a saperlo? Ci sono dei rave(s)in cui Galatea interviene tipo ospite speciale, (anche gratis o anche no)e parla alla ggente? Oppure vi incontrate al bar della piazzetta già da anni ma vi piace anche confrontarvi in rete?
    Sta cosa della sinistra e le donne, in effetti, passa decisamente in secondo piano nel tono generale; tra qualche anno sarà risolta da sola, con grande soddisfazione delle donne stesse, gnocche o meno, per sopravvenuta cessazione di uno dei due corni del problema…

    "Mi piace"

  9. per quelle due o tre immagini che ho visto qui, mi sembra una bella ragazza, la padrona di casa (ma in definitiva sono fatti suoi)

    io penso comunque che una bella donna qualche consenso elettorale in più lo possa ottenere per questo stesso fatto, giacchè il bello “fisico” ci è istintivamente gradito; anche alle donne, perchè si innesca un processo di identificazione

    poi ovviamente, per sicurezza, si cita l’abusata frase attribuita a proust, che non ci sono donne brutte ma solo uomini senza fantasia

    "Mi piace"

  10. @lou-ban: Povero Lou, hai ragione pure tu, queste cose van chiarite… Dunque, dei convenuti, se non sbaglio, l’unico che mi conosca dal vivo è Ghino La Ganga, il quale però non s’è espresso sulla mia “gnoccaggine”, il che, ammetto, non depone a mio favore (o depone a suo favore, magari: è un gentiluomo e non spettegola).
    I giudizi degli altri immagino siano formulati in base alle foto postate qui e su Facebook, che però non sono sempre fonti affidabili per stabilire la “gnoccaggine” d’una donna, perché possono essere taroccate con Photoshop. Però è vero che pure la Ferilli è giudicata gnocca in base alle sue immagini, che ho il sospetto sian taroccate assai più delle mie, dato che ormai con un buon fotografo e qualche fotoritocco potrebbe risultar gnocca persino una mongolfiera in sbaracco.
    Quindi, come vedi, non se ne esce, temo. Quanto ai rave con me ospite, no, non ci siamo ancora arrivati. Sto cercando però di organizzare una pizza, appena passa il freddo siberiano e il mio raffreddore. Ovviamente parteciperò in collegamento da un maxischermo, con il fotoritocco photoshop incorporato.

    "Mi piace"

  11. Smascherato dall’ex collega, ebbene sì, confesso. Sono un pudibondo e schivo ammiratore della sig.na Galatea. Purtroppo, plus in amore valet sigTrain* manus redcac[o]**, e mi sono ormai rassegnato ad un amore infelice. La sig.na Galatea sarà certamente preda del sig. Train, non appena si sarà tirato fuori dal dirupo della doppia negazione ove ancora aspetta i soccorsi (senza neanche essere iscritto al CAI: si paga, sig. Train, si paga, e per l’elicottero è una fortuna!)

    * add. Pearson
    ** del. Dover

    "Mi piace"

  12. No, signorina. Per quanto mi riguarda il mio è un amore cieco. Intendo dire che non ho mai visto foto Sue in nessun luogo, e tanto meno l’ho vista di persona. Quello del Suo red. cac., novello Jaufrè Rudel, è un amore di terra lontana. E smetta, quaeso, di usare un termine triviale e plebeo come “gnocca”. Dica, senza timore, “bella”.

    p.s.
    Lei, sig. Train, in collegamento dal famoso dirupo, non abbia timore. Nessuno oserà competere.

    "Mi piace"

  13. @red.cac.: E’ bello sapere che sono la sua Melisenda.
    Però attento: “il mio è un amore cieco” potrebbe essere oggetto di fraintendimento, neh.

    "Mi piace"

  14. Guardi che non è il caso di mostrare al sig. Train che Lei risponde al volo senza googlare. Lui si farà avanti lo stesso. Si fidi. E stia attenta in occasione della pizza: potrebbe avventarsi sul megaschermo.

    Quanto all’amore cieco, nessun fraintendimento, La prego. Si alludeva a De Andrè. Tranquilla.

    "Mi piace"

  15. @red.cac.: E lei non si adonti per l’uso di “gnocca”. Che sarà plebeo, ma è concetto non del tutto sovrapponibile a “bella”, almeno nella mentalità maschile, no?. E poi, scandalizzarsi perché uso un termine plebeo…la scambieranno per un “sinistro al caviale”.. 😉

    "Mi piace"

  16. Ma guardi, signorina, che io Le consigliavo “bella” perché Lei è bella nel mio amore da lontano e, nel mio personale lessico maschile, “bella” comprende “gnocca”. Insomma: qui ci sto, ad essere al caviale.

    "Mi piace"

  17. Per quanto mi riguarda, l’accostamento a Tognazzi (Ugo, Ugo) non può che essere gradito. Non che mi illuda di essere all’altezza, ma certo ne condivido alcuni gusti.

    "Mi piace"

  18. @Erasmo
    Veramente berlusconi aveva detto la battuta al contrario.

    In verità la battuta originale era proprio “più intelligente che bella” (più precisamente “più brava che bella, il contrario di Rosy Bindi”) e fu rivolta in un famoso comizio da Silvio B. alla Viviana Beccalossi nazional-altoatesina; con seguito di medio alzato, in segno indimenticabile di grande raffinatezza, mentre Lei si sganasciava allegramente. Di recente, per ringraziarlo, in occasione del suo (suo di lei) 38esimo compleanno, l’“imprenditrice del fitness” si è presentata ad Arcore con una bellissima torta raffigurante la scena di allora e una dedica a dir poco commovente: “il compleanno più bello”.
    E siccome è pure membro della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, per non farsi mancare nulla e non sentirsi da meno del suo ministro di riferimento leghista, si è infilata pure lei il McGrembiulino ad Orzinuovi, per addentare golosa e felice l’Asiago DOP e la mela valtellinese.

    Per cui, fossi la Gala, un tantinello mi risentirei. 😀

    "Mi piace"

  19. rispondo al mio interlocutore che così ha chiosato:

    “@Diego B

    “non ci sono donne brutte ma solo uomini senza fantasia”

    Si’, ma per la Bindi ci vuole la fantasia di un William Blake…”

    caro yossarian, mai citare una donna per la presunta bruttezza, giacchè un saggio proverbio recita:

    chi disprezza, compra

    le donne cosiddette brutte hanno l’enorme vantaggio di farci sentire belli, per cui le amiamo ancor di più

    "Mi piace"

  20. Frap: come del resto avevo specificato, mi riferivo alla battuta fatta a Rosy Bindi. La quale battuta era però stata usata per primo da Sgarbi.

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.