I Gladiatori

Sì, dai, una se lo domanda. Ma che gusto ci sarà stato mai, a vedere degli uomini che si scannavano fra loro, a furia di mazzate, randellate, colpi di tridente, fendenti di gladio? Che gusto ci sarà stato mai a sapere che quei poveretti erano costretti a tentare di ammazzarsi per sperare di aver salva la vita, perché se sfrango lui, allora c’è la possibilità che lascino campare me, e per giunta alla sera, per il fascino che la vittoria regala a chiunque, banchetto in mio onore, e belle matrone che  mi buttano le braccia al collo, loro così bianche e profumate e tanto vogliose di provare il rude fascino del gladiatore?

Che gusto ci sarà stato mai, mi sono chiesta tante volte, a godere della lotta, del sangue, del sudore, dell’abbruttimento di altri esseri umani che provano ad uccidersi fra loro per guadagnarsi un giorno in più su questa terra e provare l’ebbrezza del potere e di una serata da ricco? Come si faceva a guardarli ammazzarsi così, per puro diletto personale?

Poi oggi ho seguito le cronache della cena ad Arcore, e le successive dichiarazioni di Berlusconi, Fini e Bossi.

E ho capito.

8 Comments

  1. Brava Galatea!
    Sono contento di averti conosciuta grazie a Lameduck e ai Super Beta Men …

    Ma cosa fai ancora in giro da quelle parti tra Ulisse e Penelope?

    La preda?

    🙂

    "Mi piace"

  2. Noooo !!! non mi toccare “Spartacus ” e’la mia blood(sand)sesso/intrigo/polpettone/fumettone – soap opera preferita!!
    Anzi in un episodio c’e’una linea imperdibile dove un gladiatore dice alla moglie: – Cara,quando tutto sara’ finito ci trasferiremo in un posto tranquillo, tipo Pompei …

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.