Il vero gentiluomo si distingue dai particolari

Che quando gli sei seduta accanto, in macchina, e lui, premuroso, dopo aver lanciato una occhiata distratta al tuo sedile, dice: «Mi raccomando, allaccia la cintura, che te la sei dimenticata!», tu pensi: Uh, com’è carino, gentile, quanto si preoccupa per me!

Finché non aggiunge: «Che se facciamo un incidente e non hai la cintura, l’assicurazione non paga.»

17 Comments

  1. Secondo me ha paura della multa, che è più probabile dell’incidente, ma è increscioso chiedere alla responsabile di pagarla. 😉

    "Mi piace"

  2. Perché ha forse torto? Se fate un incidente e tu non hai la cintura è lui che paga, mica tu con la tua “nonchalance”. Quindi a che pro un’osservazione di questo genere? Mi sembra che siamo un po’ fragilucce e cerchiamo conferme dove proprio non è il caso… anzi direi che vogliamo tritare gli sebedei “aggratisss”…
    Cordialità.

    "Mi piace"

  3. PS: ma quelli che mi fanno più ribrezzo sono i vari lecchini… cosa usate come tappeto rosso, la lingua?

    Tanto scommetto che i miei post non li pubblicherai… magari sbaglio ma mi sembri tanto una da “yesmen”. Quelli che disprezzate tanto a destra…

    "Mi piace"

  4. Ovviamente concordo su tutto!!! Purtroppo ormai questa società impone che l’uomo sia forte, brutale, virile, rozzo, sprezzante e superiore nei confronti della donna, ormai vista solo come un oggetto sessuale, un “buco con la carne intorno”…Ma non è detto affatto che un gentiluomo non sia virile…Essere gentiluomini non vuol dire essere leccapiedi, zerbini o leccapiedi, ma vuol dire rispettare, onorare e far sentire importante la donna che ti sta accanto…
    Mi spiace ammetterlo ma anche colpa di certe donne, di certi atteggiamenti imposti dai media e dalle mode, se la donna si abbassa ad essere trattata come la stupida di turno, come giocattolo sessuale senza cervello…In un mondo dove ormai sembra quasi che si debba a tutti i costi essere facili per fare carriera, leggere post come questi, in cui si elogia l’uomo, per così dire, d’altri tempi, è una boccata d’aria fresca!!! 🙂 Complimenti per il blog!
    Ps: probabilmente il mio papà è un gentiluomo del tipo che descivi tu, dal momento che non ho visto nessun altro uomo comportarsi come lui…

    "Mi piace"

  5. Allora Galatea, la prossima volta che sali in macchina con un gentiluomo, anticipalo.

    Mettiti immantinente la cintura e aggiungi ‘Scusa, non che non mi fidi della tua guida, ma l’ultima volta mi sono sentita dire ‘e riporti la discussione qui sopra’ e mi sono veramente sentita accompagnata da un buzzurro’.

    Se poi, oh che sbadata, il gentiluomo è lo stesso … beh, tanto meglio 😉

    "Mi piace"

  6. I toni sono importanti.
    E probabilmente, con il tuo post, commenti il tono con il quale “il gentiluomo” ha manifestato buona parte della sua pochezza.
    Capita però che qualche gentiluomo dica la stessa cosa e, con tono differente, aggiunga la sciocchezza del “sennò l’assicurazione non paga”. Così, per schernirsi. Perchè – magari – oltre che gentiluomo è anche timido (e mai “imporrebbe” alcunchè, men che meno ad una Donna di “legarsi”).
    …i toni… sono importanti. Come la capacità di comprendere le persone e le sciocchezze che talvolta fanno.
    Saluti
    Andrea

    "Mi piace"

  7. diciamo che si è espresso in modo troppo banale

    con una signorina si dovrebbe dire:

    alle tue belle membra
    concedi l’abbraccio d’obbligo
    delle cinture all’uopo
    sì nel caso dolente
    d’un sciagurato incidente
    non abbia a patir rimorso
    di non percepir legal
    rimborso

    ecco, così è più adatto alle attempate ma romantiche signorine

    "Mi piace"

  8. Mai sentita la prima parte di “Teorema”, di Marco Ferradini?
    “Prendi una donna, trattala male …. ecc. ecc.”
    Checché ne dicano le donne, funziona in maniera “matematica”! In ogni donna c’è un’inconscia componente masochistica che le getta tra le braccia dell’uomo crudele, salvo poi sposare il gentiluomo, pur tradendolo sistematicamente e irrimediabilmente con lo sciupafemmine.
    Quante ne ho conosciute!
    Solo che, anche quella dello spezzacuori, è un’interpretazione che bisogna saper recitare….. e il tizio delle cinture si fa squagliare troppo presto! 😉

    "Mi piace"

  9. altre possibili versioni:

    -voyeuristica: “allacciati la cintura, ma togliti tutto il resto… che facciamo eccitare i camionisti”.

    -tarantiniana: “cazzo , allacciati la cintura… che se facciamo un incidente mi tocca chiamare Mr Wolf per ripulire il cruscotto dal tuo cervello!

    -spie acustiche d’ emergenza: “allacciati la cintura, altrimenti ci tocca sentire questa sirena ad intervalli regolari per tutto il viaggio”

    -scaramantica: ” allaccia la cintura, che altrimenti facciamo un incidente”

    -schiavista: ” allaccia la cintura… accendi la radio… controlla gli specchietti… e guida tu che non ne ho voglia”

    -suicida: non ti avrebbe chiesto d’ allaccirti la cintura, avrebbe manomesso gli airbag e si sarebbe schiantato al primo tornante.

    "Mi piace"

  10. Secondo quanto sancito chiaramente dalla Corte di Cassazione(Cassaz. Penale sez IV sentenza 28/02/2003 n. 9311 e Cassaz. Penale sez. IV sentenza 9904 del 1996) il conducente di un autoveicolo ha l’obbligo di controllare se i passeggeri abbiano allacciato le cinture di sicurezza. Il conducente dell’autoveicolo è dunque obbligato ad esigere che i passeggeri indossino le cinture e in caso di loro rifiuto rifiutarne il trasporto. Cio significa che se dovessimo dare un passaggio ad un amico e fare un incidente mortale (dove a decedere è propio il nostro amico) dovremo rispondere di omicidio colposo.

    Se poi lato passeggero c’è pure l’airbag, in caso di incidente anche non mortale (magari a causa di terzi), ma con urto tale da generare una sufficiente decelerazione, puoi rischiare lesioni anche tali da rimanere seduta per il resto del tuo tempo.

    Sarò certamente poco gentiluomo, ma chi sale in macchina quando guido io, gentilmente, o allaccia la cintura o scende. 😉

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.