Treni di Capodanno

Il treno il primo gennaio è pieno di ventenni che tornano dal capodanno in montagna, i ragazzi con lo sguardo ottuso di chi ha bevuto troppo, le ragazze con la faccia scontenta di chi si aspettava di più. Parlano sottovoce con l’amica del cuore, arrotolandosi ciocche di capelli che fino a qualche ora prima erano boccoli, e si lamentano del tipo di cui sono innamorate, che a loro piace peró è un maleducato perchè su facebook non risponde ai loro messaggini, e poi le aveva invitate alla festa, ma all’ultimo momento, e cosa pensa che loro non abbiano di meglio da fare che aspettare lui?

Le ascolti lamentarsi, e costruire ipotesi, e pianificare contromosse per punirlo e sedurlo assieme, provando l’immensa tenerezza di chi per tutte quelle manfrine ci è già passata, all’epoca in cui però c’era solo il telefono, e ci passa ancora, perché non è vero che il tempo rende più saggi, o anche solo meno infantili: ti insegna soltanto ad usare Facebook e a non farti i boccoli per le sere di festa, ché la mattina dopo non reggono più.

 

4 Comments

  1. descrizione efficace, mi sono venuti in mente almeno due rientri anni 80 copn analoghe modalità… ora va un po’ meglio per fortuna!!! buon anno Galatea

    Nicoletta da Bologna

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.